(Occhi di corrispondenti di guerra inglesi e americani)

Attualmente, la percezione e la comprensione degli eventi della storia russa del popolo di altri paesi e culture è un problema urgente. Per formare un'immagine completa del paese, la sua cultura e la storia è necessario utilizzare una varietà di fonti nazionali ed esteri. Lo studio del passato è essenziale per la moderna scienza storica russa e si riflette nella crescita delle pubblicazioni dell'immagine soggetto dello stato e della società russa su. Così, storici e altri ricercatori sono in grado di condurre una ricerca più approfondita, attenta e approfondita che aiutano ad analizzare ulteriormente queste o altre domande di storia nazionale.

Il conflitto ceceno è una questione complessa e delicata per la Russia di oggi. Questo si riflette nella vicinanza storica del conflitto e il fatto che molte persone erano in qualche modo coinvolti in esso. fonti straniere ci offrono l'opportunità di otse interpretazione stringa della prima campagna cecena con una posizione diversa e per completare la sua analisi dei fatti e la loro interpretazione. Questo articolo tenta di identificare e valutare la percezione della prima campagna cecena, corrispondenti esteri, identificare la loro percezione delle cause principali e le caratteristiche, per capire come il loro parere completano il quadro dello studio del conflitto, così come per scoprire da che parte fosse la simpatia degli stranieri.

E 'importante notare che per l'apprendimento di una percezione estera e di interpretazione della prima campagna cecena saranno utilizzati dalle fonti in lingua inglese ha iniziato corrispondenti di guerra solo inglesi e americani, inoltre, sconosciuto vasta gamma di ricercatori locali. La predominanza del lavoro di corrispondenti di guerra è perché, in primo luogo, la Cecenia è lontano dai principali itinerari turistici, e in secondo luogo, i pericoli ei rischi associati con la descrizione di un conflitto militare.

Tutte le fonti trovate sono di natura professionale, la maggior parte di loro sono preparati su richiesta di una società particolare. Tra le memorie sul tema della prima campagna cecena, dobbiamo menzionare alcuni tra i più importanti. In primo luogo, è un lavoro solido K. Gall e A. Lievina, descrivere e analizzare tutto il conflitto e la sua storia. Sulla storia della città di Samashki e sentimenti personali dell'autore racconta nelle sue memorie corrispondente T. Golttsa. Nel documento da Mayer descrive la sua percezione degli eventi in Cecenia nel sviluppo storico russo nel contesto dei primi anni 1990. Corrispondenti pubblicazioni popolari come il New York Times e il Moscow Times forniscono anche informazioni preziose su vari aspetti del conflitto.

preistoria

La storia del conflitto ceceno è radicata nelle profondità della storia russa. Nel XIX secolo. unendo Caucasica Nord risolto dai militari. Questo processo è durato per più di 50 anni, e gravemente colpito la vita della Russia, la sua società e la gente comune. T. Goltts cita un ceceno chiarire la percezione del confronto nel Caucaso, la popolazione locale: "Il conflitto in corso - è solo il più recente tentativo di cancellare russi ceceni faccia della terra. Fa parte del genocidio del popolo ceceno ". L'autore richiama l'attenzione sul fatto che il conflitto non è stato inaspettato, ma, al contrario, i modelli storici per i ceceni. A "l'aggressione storica" in Russia, secondo il parere degli stranieri, non può essere valutato se non un genocidio.

Il catalizzatore per il conflitto è stato il crollo dell'URSS. 6 settembre 1991 J. Dudaev ed i suoi soci ha prodotto la presa della costruzione della Cecenia-Inguscezia Soviet Supremo. Oltre 40 deputati sono stati picchiati, e il presidente del Consiglio Comunale Terribile V. Kutsenko era o gettato fuori dalla finestra, o si è schiantato mentre cercava di scappare. Dudaev è stato eletto presidente della Cecenia e dichiarato l'indipendenza dall'Unione Sovietica e della RSFSR.

Questo evento è stato stimato in Russia, come un colpo di stato, viola la Costituzione russa. Consiglio dei Deputati del Popolo della RSFSR dichiarato l'illegittimità dell'atto, ma non è stato fatto alcun passo per frenare la violazione. Anche fallito diversi tentativi per alleviare il governo federale di Dudaev, utilizzando i conflitti vnutrichechenskie. Uno di loro era un'operazione effettuata entro il 26 novembre, del 1994, a cui hanno partecipato "volontari" provenienti da diverse unità di elite dell'esercito russo. Il Cremlino ha negato le accuse di suo coinvolgimento negli scontri vnutrichechenskim. Ma, in un modo o nell'altro, tutte le operazioni hanno avuto successo, spingendo il governo federale a cercare altri modi per risolvere il problema ceceno.

Corrispondenti esteri sottolineano che la Russia sta prendendo alcuni passaggi per superare la situazione sorta in Cecenia, ma erano inefficaci. Di grande interesse è il desiderio di giornalisti stranieri per mostrare il modello storico degli eventi del 1990. in Cecenia, giustificando in tal modo il comportamento di combattenti ceceni.

Inizialmente, le persone in Cecenia sono soddisfatti del autoproclamata indipendenza, perché per loro sembrava una manifestazione della volontà nazionale per raggiungere la libertà etnica e politica. Tuttavia, non tutti i rappresentanti della comunità condividono cecena presente parere. Nei circoli intellettuali, sintonizzati in opposizione a Dudaev, si ritiene che l'acquisizione è stata fatta un gruppo radicale. Questo, secondo lo storico ceceno D. Gakaev, era il risultato della mancanza di intellettuali Cecenia. Se i paesi baltici fronti popolari guidati da intellettuali, la lotta per l'indipendenza cecena prese la sua gente dalle sezioni emarginati della società. Corrispondenti sottolineano che la parte marginale superiore del governo facili da essere influenzata da alcuni leader di spicco come il D. Dudaev. Pertanto, per molti versi è stato più facile per svolgere soddisfare la sua politica di interessi personali.

prima del conflitto

Analisi della situazione in Cecenia nel periodo che precede il conflitto, condotto da autori stranieri, aiuta a valutare le prestazioni di D. Dudaev e la legittimità delle ostilità aperte da parte della dirigenza federale.

Come scrive il giornalista, Cecenia non era uno stato (o meglio, il fatto che ci si è formata, era ben lontano dallo stato). K. Gall sottolinea che il presidente Dudaev era più interessato all'idea di indipendenza, che nella sua attuazione pratica. "Fin dai primi giorni del regno di Dudaev era in grado di creare un tributo al governo o di sviluppare un programma di riforme economiche."

Corrispondenti, quindi non credo che questo criterio può raggiungere il successo nel futuro della leadership cecena. E 'probabile che l'immagine di Dudaev-eroe che era apparso subito dopo la dichiarazione di indipendenza, potrebbe essere sostituito da una meno impressionato.

Oltre Dudaev ha spesso affermato che "la base della sua politica è quella di prepararsi alla guerra con la Russia", ma A. Lieven rileva che i preparativi per non erano stati mantenuti. Più precisamente, hanno sviluppato piani per un'azione militare, ma non è stato fatto alcun serio tentativo di attuare in qualche modo questi piani. "Decine di migliaia di ceceni che sono venuti alla difesa, lo ha fatto non per la progettazione dello Stato, a seguito di azioni spontanee della società cecena".

Inoltre, la Cecenia per diversi anni dopo l'indipendenza, ha ricevuto i soldi dal bilancio federale. Ma nel 1993, la Repubblica cecena è stata esclusa dal bilancio federale. Ciò ha inciso soprattutto a bambini, pensionati, dipendenti statali e gli altri. Con questo provvedimento, il Cremlino è stato in grado di ottenere che nella primavera del 1994 il regime Dudaev era al suo più basso livello di popolarità. Il paese stava crescendo il malcontento, non ci hanno visto prevalere la fame, la povertà e l'insicurezza sociale, così molti residenti sono fuggiti Cecenia. rapine frequenti e omicidi di rappresentanti di vari gruppi etnici in Cecenia. E 'sorprendente che John. Dudaev non ha mostrato la benché minima iniziativa per portare lo stato autoproclamato di crisi.

corrispondenti inglesi e americani sono i seguenti motivi per l'inizio della prima campagna cecena.

1. La maggior parte degli autori indica che il controllo delle risorse petrolifere è una delle principali cause di conflitto. "La presenza di un importante raffineria di petrolio a Grozny garantito dal governo di Dudaev controllo fisico di milioni di tonnellate di petrolio. Questo è stato sufficiente per ottenere l'appoggio di funzionari corrotti ovunque in Russia", - dice B. Clark. Inoltre, l'accordo multi-miliardaria per lo sfruttamento di nuovi giacimenti di petrolio nel Mar Caspio doveva essere firmato in Azerbaigian nel 1995, il consorzio petrolifero internazionale, che consisteva in una società russa "Lukoil". C'erano diversi modi possibili con cui petrolio potrebbe essere trasportato verso l'Occidente, e hanno avuto qualche difficoltà nel funzionamento. Il modo più economico passava attraverso il porto di Novorossiysk, e di conseguenza, Cecenia.

2. Descrivere il rapporto tra il potere e la mafia, B. Clark sottolinea che "per i primi due anni della Federazione Russa Russia è stata in grado di difendere l'indipendenza di molti dell'organizzazione economica. Ha approfittato della mafia, che ha preso il controllo di alcune strutture di business. A poco a poco, però, la situazione cominciò a cambiare; organizzazioni mafiose hanno capito che esse sono più favorevoli ad un'alleanza con uno Stato forte che distruggere dall'interno. " "Peccato imperdonabile della Cecenia non era che c'erano organizzazioni criminali, e che non erano criminali russi." Ecco i punti di autore alla percezione della Russia in Occidente come il paese in cui non sono state rappresentate le norme legali universali. Lo Stato era come una struttura mafiosa, e non esprime gli interessi dell'organizzazione della popolazione.

3. Un'altra delle principali cause del conflitto era il desiderio di alcuni rappresentanti dell'élite federale provare voi stessi a Eltsin. Molti hanno capito che la persona che decide il problema ceceno potrebbe essere il suo erede politico. Era ovvio che Eltsin non poteva governare il paese per sempre, tanti del suo entourage ha cercato di ottenere un "posto speciale" nel presidente.

4. E 'anche una possibile causa del conflitto è il fatto di cattura soldati russi Kantemir e Taman divisioni, che è stato fatto le truppe di Dudaev. Queste unità sono state supportate Eltsin nel mese di ottobre 1993 e per molti versi lo ha aiutato a avere successo. In Cecenia, sono stati messi di fronte alle telecamere e giornalisti è stato detto che la loro partecipazione in conflitto vnutrichechenskom è stato avviato dal governo federale. La cattura di élite unità militari vergogna della Russia all'interno del paese e all'estero, e, inoltre, ha sottolineato il coinvolgimento diretto di Eltsin.

Utilizzando le fonti individuate permette di chiarire il punto di vista di corrispondenti stranieri in situazione contraddittoria alla vigilia del conflitto. Gli interessi economici delle singole aziende, istituzioni e governo, l'ambizione Eltsin e il suo entourage sono stati, in termini di autori analizzati, fa sì che la guerra che ne seguì. corrispondenti stranieri nella sua analisi delle cause del confronto, forniscono quadro abbastanza unilaterale, dal momento che non prestano sufficiente attenzione alla politica della Repubblica cecena nei primi anni 1990. e la personalità Džokhar Dudaev.

L'equilibrio delle forze

K. Gall fornisce statistiche rilevanti per l'inizio delle ostilità, "per affrontare il 40.000 invasione russa aveva un esercito che difficilmente ammonta a 1000 soldati. più volte il numero dei volontari è aumentato presto, ma il numero di militari addestrati erano solo poche centinaia. " L'autore valuta la situazione dei ceceni come "suicida". Le truppe federali erano superiori del numero di soldati ceceni, ma inferiore al livello della loro preparazione. "Soldati russi erano così male addestrati che non sapevano come difendersi. Erano tutti 18-19 anni, e non hanno mai avuto una pratica di formazione combattimenti in ambiente urbano ". L'autore continua e dà caratteristiche comparative dei soldati ceceni: "I ceceni erano senza paura e senza scrupoli. Erano persone che fin dalla prima infanzia di apprendimento l'uso delle armi ".

In questa valutazione, non c'è simpatia per gli alpinisti, come erano pronti a difendere la Cecenia dalle truppe russe, nonostante la loro minoranza numerica. Una posizione simile è preso e Lievin, che ammette che ammira il coraggio e l'onore del popolo ceceno. Questa posizione può essere visto come un intero da giornalisti occidentali, che hanno creduto l'aggressore Cremlino. Ma se K. Gallo e A. Lievina non era il compito originale o per agire dalla parte di qualcuno, e hanno espresso una posizione più moderata, T. Goltts abbastanza categorico: "E 'stato necessario rimuovere film documentario uniserial di" ceceno spirito ". E che motiva ceceni, perdendo il numero di armi, continuare a combattere contro il potere dell'esercito russo. " Allo stesso tempo , egli ha osservato che l'atteggiamento dei ceceni in Occidente durante il primo anno del conflitto è cambiata al positivo, perché anche prima della collisione su di loro nella stampa ha scritto, come "un grande mafioso scherzo" .

Corrispondenti sottolineare che, nonostante la superiorità numerica dell'esercito federale, lei non ha avuto il morale alto e adeguato addestramento militare. In Cecenia, al contrario, erano persone altamente motivate che sono pronti a difendere l'indipendenza della loro terra, cresciuto durante la guerra e il concetto di "oppressione" del suo popolo. Infatti stile di presentazione dei dati di corrispondenti esteri osservato il loro desiderio di mostrare al mondo l'incredibile eroismo del Cremlino in Cecenia e la crudeltà. Qui viene fatta risalire, in gran parte conservati percezione delle politiche del Cremlino nel 1990 gli autori. nel quadro della politica dell'Unione Sovietica, e non potevano allontanarsi dal tipico all'era dell'analogia guerra fredda per valutare le azioni delle autorità federali, "come David attaccato Golia".

La decisione di guerra

Di particolare interesse ed importanza è la questione di come è stata presa la decisione di andare in guerra 1 e l'introduzione di truppe in Cecenia. Secondo K. Gallo, questa decisione è un tipico esempio della politica del Cremlino dell'era sovietica. E 'stato fatto in segreto e senza un ordine scritto. Ordina "invasione della Cecenia si trova con la responsabilità collettiva del Consiglio di sicurezza del Cremlino e un presidente che potrebbe prendere questa decisione senza consultare il Parlamento."

ostilità

Una descrizione di tutte le operazioni militari, è disponibile nelle fonti identificate, è molto voluminoso e pertanto non possono essere pienamente riflessa in questo studio. Si discuterà solo gli eventi chiave che contribuiranno a rendere il quadro complessivo del conflitto e per identificare la percezione e la valutazione dei corrispondenti di guerra.

Nel dicembre 1994, Grozny è stato sottoposto a una serie di attentati caotiche delle forze aeree federali. Come notato da A. Lievin nella sua opera: "Il bombardamento è stato molto intenso, ma allo stesso tempo caotico." Questo ha creato l'impressione di una mancanza di piano originale dai federali, le truppe che "senza meta bombardato" la città, terrorizzando la popolazione civile di Grozny. Dopo l'evacuazione dei civili non è stata intrapresa.

A. Lievin sottolinea la resistenza incredibile e il comportamento eroico di combattenti ceceni durante aviaatak. popolazione russa di Grozny odio si riferisce all'azione delle truppe federali, che non difendono loro "sono pazzo." Tuttavia, non solo il Cremlino è la colpa per il conflitto. Ceceni ordinarie e russo pensato che in tutto ciò che accade e la colpa Eltsin e Grachev, e Dudaev, come non sono riusciti a raggiungere una soluzione di compromesso. Inoltre, A. Lievin indica che tali viste erano tra i combattenti ceceni.

Questa valutazione equilibrata degli autori del conflitto indica che i corrispondenti americani e inglesi, a prescindere dalla loro simpatia personale per i ceceni, rappresentano ancora un esame obiettivo di uno scontro militare.

Inserire le forze federali a Grozny è stato un "disastro" per i federali, che ha colpito sicuramente il corso di tutta la campagna in Cecenia. K. Gall sottolinea che, dopo i resti di Maikop brigata, sono fuggiti dalla città, raggiungere un luogo sicuro, sono stati sopraffatti e stupiti. Lei è stato particolarmente sorpreso dal fatto che i membri superstiti della squadra non sapevano per quale scopo si stavano dirigendo a Grozny. Scale "massacro" commesso contro i soldati russi, non è mai stata riconosciuta dalle autorità russe. Altri tentativi di truppe federali per entrare in città nei mesi di gennaio e febbraio 1995 erano senza speranza e senza successo.

Nelle fonti analizzate mette in evidenza la mancanza di preparazione e la mancanza di un piano di guerra dai federali, che indica l'incuria e negligenza delle autorità centrali, che hanno inviato decine di migliaia di soldati a morire. Eventi inizio della guerra cominciò a soffiare sulla politica interna ed estera il prestigio della Russia e ha determinato la volontà di Eltsin ei suoi sostenitori a continuare il conflitto.

Descrizione di eventi militari ha avuto luogo nella vasta opera di corrispondenti di guerra, in tal modo ci permette di tracciare la sequenza degli eventi. Si deve notare che gli autori valutano i numerosi eventi e le attività dal punto di vista dei Federali della parte cecena, integrando le loro conversazioni con la popolazione locale, i militanti e il governo. Questo è stato particolarmente T. Golttsa, che dà l'analisi unilaterale di ciò che sta accadendo.

Il problema principale era la perdita dei federali e la demoralizzazione dei soldati e degli ufficiali, dopo diversi mesi di combattimenti. Secondo A. Lievina, questo è accaduto perché i militari pesantemente "odiato" Eltsin e il governo russo. "Il governo e la mafia - la stessa cosa. Nessuno di loro non ha pensato circa il paese e l'esercito. " "Odio" nel governo e il decadimento morale in un ambiente di un soldato ha portato alla natura protratta del conflitto e l'impatto sul numero di vittime militari e civili.

Budennovsk

Presa di ostaggi in Budennovsk è stato un punto di svolta nella prima guerra cecena, dopo di che il movimento separatista è diventato più popolare in Cecenia. Prima Budyonnovsk truppe federali stavano avanzando lentamente e persistente nella Repubblica cecena. Nel giugno 1995, i ribelli erano spalle al muro, vicino al confine sud-orientale del Daghestan.

Funzionamento in Budennovsk, secondo corrispondenti esteri, era un atto di disperazione, atto a provocare il massimo danno possibile ai federali. "Per noi è stata una sorpresa quanto fosse facile per intimidire o corrompere i soldati e polizia russa. Tra i ribelli ci sono stati molti leader importanti, con l'eccezione di Aslan Maskhadov. "

Gli eventi si sono svolti dal 14 al 19 giugno e metterlo nella cattura di un gruppo di ceceni guidati da Shamil Basayev, l'ospedale in cui sono stati tenuti in ostaggio per circa 1.500 persone. Secondo Basayev, il sequestro ospedale era un popolo ceceno riposte naturali e logiche derubato della sua casa e della famiglia. Pertanto, vorrebbero ottenere un riesame di tutta la situazione e proporre tre richieste principali: il ritiro delle truppe federali dalla Cecenia, l'inizio di colloqui tra il Presidente Eltsin e il generale Dudaev, incontro con i giornalisti i ribelli.

corrispondenti stranieri, nonostante la brutalità dell'atto, valutano come una manifestazione della volontà dei ceceni per porre fine al conflitto in Cecenia, e in parte per giustificare azioni terroristiche di militanti.

ospedali storming successo e sacrifici fatti dagli ostaggi e la guerra, costrinsero il governo russo a cercare modi alternativi fuori. Va notato che il Presidente Eltsin è stato in grado di porre fine al conflitto o andare in qualche modo compromessi. Giornalista Il New York Times non riesce a capire questo e ritiene che il "Yeltsin mancava qualsiasi reale potere o la volontà." Nonostante il fatto che la presidenza era in Russia, non voleva tornare dal suo viaggio in Nova Scotia.

Quindi, v'è l'incapacità di Eltsin rispondere razionalmente ad una situazione di crisi. Questo può essere il risultato di sua mancanza di capacità di affrontare il conflitto attraverso il compromesso. tipo di governo autoritarie e risoluzione dei conflitti attraverso mezzi militari, come nel mese di ottobre del 1993, per dimostrare oggettivamente il tipo di linea politica, che è stata costituita con il Presidente della Federazione Russa.

Il compito di negoziare con i ceceni ha assunto il primo ministro Viktor Chernomyrdin. "Il rapido ritmo di eventi e come deve risolvere la crisi, suggeriscono che il primo ministro ha agito in modo indipendente. Le sue conversazioni telefoniche con Shamil Basayev ha portato alla liberazione della maggior parte degli ostaggi ". Anche se ha permesso ai ceceni di lasciare e non li punisce per l'uccisione e il ferimento di Russi, Chernomyrdin, secondo il parere degli autori analizzati, ha compiuto un passo importante verso la soluzione del conflitto. le azioni del Presidente del Consiglio sono stati molto apprezzati dai corrispondenti di guerra straniera.

Secondo A. Maier, il governo federale ha avuto altra scelta che avviare negoziati con il separatista Dudaev. Dal momento che, all'inizio del mese di giugno, è diventato chiaro che le forze federali non saranno in grado di sconfiggere i ceceni a causa della loro morale alto e la voglia di difendere la loro terra. "Così il Cremlino ci sono solo due opzioni: una guerra di guerriglia senza fine o un compromesso."

Eventi a Budyonnovsk hanno spinto il governo federale per la seconda opzione, perché il passaggio della guerra ad altre parti della Federazione russa non è stato benefico per Boris Eltsin, che stava per essere nominato per un secondo mandato. Inoltre, la popolazione della Russia è stato impostato negativamente in relazione al conflitto a causa delle perdite tra i soldati e gli eventi in Budyonnovsk.

J .. Dudaev spesso ha agito con le critiche di Mosca e le sue politiche in Cecenia. Ma durante il conflitto, ha espresso l'opinione che potrebbe compromettere previsto "il rispetto per la sua persona" con il partito del Cremlino. 30 luglio ha firmato un accordo su un cessate il fuoco da entrambe le parti, il ritiro della maggior parte delle truppe russe e lo scambio di prigionieri. Ma questo accordo non è stato riflesso nella cessazione effettiva del confronto.

Subito dopo la firma del contratto, quando Imaev, capo della delegazione cecena è arrivata a Dudaev, che "ha colpito la rabbia di Dudaev." Dieci mesi dopo l'evento Imaev spiegato cosa è stato accusato di "Dudaev ritenuto che le trattative si è conclusa senza di lui; né Eltsin né Chernomyrdin non aveva intenzione di incontrarsi con lui personalmente. Ognuno dimenticò generale Dudaev. "

Secondo i corrispondenti britannici e americani in conflitto affrontato gli interessi delle due personalità autoritarie che erano in gran parte incapace di compromessi, ed erano più probabili di provocare un nuovo conflitto, che sarebbe in grado di soddisfare i propri interessi.

Inoltre, Dudaev e Grachev non era redditizio per la firma di questo accordo. Il primo aveva più autorità e il rispetto tra i ceceni durante l'azione militare. Il ministro della Difesa Grachev ha cercato di aumentare ulteriormente i finanziamenti per l'esercito federale come il possibile per utilizzare i fondi per i propri scopi.

Tra gli altri eventi del conflitto, che analizza in dettaglio i corrispondenti militari, vale la pena ricordare la battaglia per Gudermes, la presa di ostaggi a Kizlyar e gli eventi successivi nel villaggio del Primo Maggio.

L'uccisione di Džokhar Dudaev

Un episodio chiave nella prima campagna cecena sta uccidendo Dudaev. Alla fine di marzo, Eltsin ha mostrato una nuova iniziativa per un cessate il fuoco in Cecenia. A. Meyer scrive: "Questa iniziativa non era altro che un pretesto. Le elezioni presidenziali sono stati programmati per il 16 giugno, e Eltsin si rese conto che le sue possibilità di rielezione sulla base di porre fine alla guerra in Cecenia ".

Gli autori sottolineano che è necessario Yeltsin era per fermare un conflitto in alcun modo. Temeva che il pubblico avrebbe votato per i comunisti, che si opponevano una soluzione militare al problema ceceno.

Ma improvvisamente, 21 aprile 1996 il presidente della Cecenia, è stato ucciso. Questo ha cambiato i rapporti di forza e le attività delle parti. K. Gall scrive che le ragioni per l'assassinio di Dudaev è diventato un mistero per tutti. "Molto probabilmente, Eltsin era pronto a negoziare con Dudaev, ma solo se assolutamente necessario, e allo stesso tempo stava cercando di eliminarlo."

Nuovo leader ceceno Yandarbiyev, "non è mai stato una figura autoritaria", quindi per lui è stato possibile costruire un dialogo. 27 maggio c'è stato un incontro di Eltsin e Yandarbiyev, che si è conclusa con la firma del cessate il fuoco. Eltsin è riuscito a raggiungere un tale rilascio. E come ha detto K. Gall, "era l'atto più brillante della propaganda della sua campagna."

Infatti, un temporaneo cessate il fuoco è utile non solo per Eltsin, ma la parte cecena. Tutti in Cecenia ricordato il precedente cessate il fuoco e che cosa "benefici che essa ha dato loro." Arresto temporaneo delle ostilità ha fornito loro tanto necessaria tregua.

Una settimana dopo le elezioni presidenziali del 9 luglio le truppe federali hanno attaccato il villaggio Mahety. Ciò ha dimostrato le vere priorità del Cremlino e Eltsin sulla Cecenia. Lotta continuato fino al 6 agosto prima del giorno dell'insediamento di Eltsin. A. Lievin ritiene che questo è stato un giorno di vergogna della Russia "a Mosca è molto grande e l'uomo grasso, incapace di parlare per più di un minuto, è stato rieletto per un secondo mandato." Qui gli autori richiamano l'attenzione sul comportamento indifferente del pubblico russo, che non vogliono il cambiamento in politica ed era pronta a sostenere Eltsin, incompetente e non corrisponde all'immagine di un leader politico.

Il merito della fine definitiva del conflitto, secondo giornalisti occidentali, appartiene ad A. Lebed e Aslan Maskhadov, l'ultimo è stato l'iniziatore della cessazione delle ostilità. K. Gall si riferisce al fatto che Maskhadov è stata "vergogna" per lo stato dell'esercito russo dopo la sua sconfitta a Grozny, e voleva evitare ulteriori vittime. Come risultato degli sforzi congiunti del Cigno e Maskhadov riusciti a firmare un trattato di pace, in base al quale tutte le truppe russe tirato fuori Grozny il 31 agosto.

La fine della guerra si è scoperto, da un lato, il tanto atteso, e dall'altro, illogico. Nessuna delle due parti in realtà non ha raggiunto i suoi obiettivi e gli obiettivi in ​​futuro portare a un nuovo ciclo di ostilità.

Di conseguenza, la Cecenia ha guadagnato de facto l'indipendenza dalla Russia. Ma nessun paese straniero ha riconosciuto l'indipendenza della Cecenia. Un destino ceceno dipendeva sulla Russia e sulla sua decisione di riconoscere la vera indipendenza. economia cecena era in rovina. Non una sola raffineria, di conseguenza, la Cecenia era in nessun posto per disegnare le risorse per lo sviluppo economico. E la perdita di vite umane, secondo le fonti disponibili nei dati studiati, pari a 60.000 morti e decine di migliaia di feriti.

conclusione

corrispondenti di guerra utilizzare con successo i dati ottenuti a seguito di osservazioni personali per completare e chiarire molti aspetti del conflitto e di misteri. Molte delle loro interpretazioni sono basate su ipotesi, ma, in ogni caso, fornire informazioni utili su stime, opinioni e percezioni del conflitto.

Il grande vantaggio delle fonti è un immagine dal vivo del conflitto. Gli autori durante il loro soggiorno in Cecenia comunicare direttamente con molti partecipanti di operazioni militari e gli abitanti di Grozny e di altre città e villaggi della Cecenia.

Inoltre, corrispondenti stranieri completano le proprie opinioni e le percezioni dei collegamenti alla legislazione, monografie, articoli di giornale e altri materiali. Di conseguenza, sono stati in grado di mostrare in dettaglio la cronologia degli eventi, di dimostrare la complessità e incoerenza dei fattori e le posizioni dei leader che hanno influenzato la sua nascita e lo sviluppo.

In primo luogo, l'analisi delle fonti, è chiaro che le simpatie dei corrispondenti inglesi e americani sono sul lato dei ceceni. Gli autori ammirare il loro spirito combattivo e il coraggio di indicare la difficile situazione iniziale, che si è rivelato essere insorti. Questo non è sorprendente, dal momento che i corrispondenti esteri durante il conflitto erano nel territorio della Repubblica cecena e sostanzialmente in contatto con i ceceni. L'immagine di alpinista guerriera, difendendo la libertà della terra, ovviamente, ha un impatto molto efficace sulla percezione del conflitto, Stati Uniti e corrispondenti britannici. Inoltre, autori stranieri dimostrano che i ceceni hanno in gran parte diventati ostaggi della situazione e il conflitto nel suo complesso. Hanno cercato una soluzione pacifica al conflitto, ma sono stati costretti a difendersi quando le truppe federali hanno iniziato le operazioni militari sul territorio della repubblica.

Non possiamo dire che gli autori stranieri di valutazioni negative delle forze federali, al contrario, durante il conflitto, che simpatizzano con il mal preparati giovane soldato confederato che divenne parti in conflitto non per scelta, ma per volontà delle autorità.

In secondo luogo, gli autori stranieri sottolineano che la prima guerra cecena è stato il risultato della stupidità, avidità e opportunità mancate. Le fonti hanno notato che se D. Dudaev voluto, avrebbe potuto concordare con Eltsin un accordo accettabile e ottenere ampia autonomia. Ma l'amministrazione Eltsin era in grado di sforzi diplomatici per risolvere il problema e di utilizzare invece vecchio schema Sovietica 1 , volto a intimidire la popolazione e l'uso della forza militare bruta.

Essi si concentrano sulla dimostrazione di azioni sconsiderate delle autorità russe, che hanno iniziato il conflitto, conoscendo la storia delle guerre cecene. Partendo dal desiderio di alcune figure di Eltsin e Eltsin, la guerra ha portato alla sua caduta autorità personale nel paese e sulla scena internazionale. Politica Presidente, non si preoccupa della sua gente, l'esercito e le risorse del paese, ha portato alla atteggiamento dispregiativo e negativo nei suoi confronti da parte del pubblico russo e politici in Russia e in Occidente. La sua negligenza ha portato alla morte di centinaia di civili in Budyonnovsk e Kizlyar. Inoltre, i suoi errori condannati a morte decine di migliaia di soldati che non solo non erano preparati per l'azione militare fisicamente e mentalmente, ma anche non informati circa lo scopo del suo soggiorno in Cecenia. Tutto questo è stato espresso alce in grandi e inutili perdite di vite umane e di costi finanziari. Ma le conseguenze più importanti sono stati la realizzazione che "la speranza per la trasformazione democratica della Russia, che ha avuto inizio nel 1991, quando Eltsin salì sul serbatoio, è stata scartata come non realistica."

­­

Weasels AV

Originale: //maxpark.com/community/14/content/2176542

Vedi anche:   Storia dell'Arte della Grecia Antica, parte 2



lasciare un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

Questo sito utilizza il filtro antispam Akismet. Imparare a gestire i tuoi commenti di dati .